Archivi tag: Merlo

CONSEGNA DELLE LICENZE DI VOLO AI NEO-BREVETTATI!

Finalmente, dopo un mese di estenuante attesa, l’Enac ha stampato le licenze di volo a vela che sabato 1° Maggio sono state consegnate in adeguata atmosfera cerimoniale ai neo-brevettati.

Si chiude così la prima sessione del corso con 9 nuovi Piloti che potranno iniziare il percorso intermedio fino al raggiungimento delle 30 ore necessarie per l’abilitazione al trasporto passeggeri. Si ricorda che i neo brevettati potranno volare dopo aver avuto autorizzazione dall’Istruttore o Direttore della scuola che autorizzeranno il volo da solista o accompagnati da Istruttore, in relazione alla situazione meteo; come già detto, poi, in più occasioni, i neo piloti possono volare con piloti esperti ma in questo caso devono occupare il posto posteriore fino al raggiungimento dell’abilitazione al trasporto passeggeri.
Buoni voli a tutti.

M. Guglielmi

NUOVI PILOTI AD ALZATE BRIANZA!

Giovedì 25 Marzo per la teoria e Mercoledì 31 per la pratica, si sono tenuti gli esami di licenza di volo a vela.
La teoria è stata svolta a Valbrembo e tutti i 12 candidati sono passati.
L’esame in volo ad Alzate, molto selettivo, ha rimandato a Giugno 3 semi-aquilotti che dovranno essere rivisitati dall’esaminatore.
Niente male come risultato, accontentiamoci, dopotutto il volo è una cosa seria,
non dobbiamo mai dimenticarlo e se qualcuno ti dice che c’è bisogno di un volo in più con l’istruttore diciamo grazie ed aspettiamo un paio di mesi.
Ed ecco i magnifici neo piloti non in ordine alfabetico:

  • Libera Alessio
  • Buratti Stefano
  • Merlo Laura
  • Marelli Marco
  • Brambilla Gabriele
  • Giovenco Paolo
  • Cogliati Roberto
  • Roncone Massimo
  • Drescher Andrea

A nome di tutti i soci diamo il benvenuto nella grande famiglia dei piloti di volo a vela con un arrivederci a presto sul campo per infiniti e stupendi voli.
Un ringraziamento và agli istruttori Giorgio, Marco, Roberto, Alberto e a tutto lo Staff della Scuola e a tutti i trainatori stufi di farsi tirare per la coda.

M. Guglielmi